Home > Tutti i modelli > Matrice G.R.O.W.

Matrice G.R.O.W.

> Risolvere problemi

I partecipanti, individualmente o in gruppo, cercheranno di risolvere un problema seguendo i 4 passi del metodo GROW. Il primo passo, Goal, mira a chiarire lo scopo dell’attività, permettendo ai partecipanti di appropriarsene e riformularlo. Il secondo passo, Reality, è un’occasione per rivedere l’intero contesto da tenere in considerazione prima di cercare una soluzione. Il terzo passo, Options, fa emergere le possibili soluzioni. Infine, l’ultimo passo, What, permette di impostare le azioni necessarie per attuare la soluzione.

Prerequisiti

Prepara una attività Lavagna in modalità in tempo reale e attivala. Poi crea 4 categorie da rinominare secondo il metodo G.R.O.W:

Goal, Reality, Options, What

Impostazioni attività Lavagna

  • Activity format: Direct
  • Vote: by Likes or Points
  • Categories : Goal, Reality, Options, What

Corso di azione

1

Presentazione

Spiega al gruppo lo scopo della sessione di problem-solving e il principio del metodo. Descrivi ai partecipanti il significato di ciascuna delle 4 fasi:

  • Goal (Obiettivo): che significa per voi lo scopo della sessione? Come si fa a riformulare il problema?
  • Reality (Realtà): qual è la realtà del contesto del problema che deve essere risolto? Quali elementi di contesto bisogna tenere a mente prima di trovare una soluzione al problema? 
  • Options (Opzioni): quali sono le possibili soluzioni per risolvere il problema?
  • What (Cosa): quali azioni devono essere intraprese per attuare l’opzione scelta? 

Formula il problema che ha riunito il gruppo e assicurati che sia compreso da tutti.

2

Esplorazione e discussione

L’attività si svolge in fasi. Nella prima fase, "Goal", i partecipanti sono invitati a proporre idee per chiarire l’obiettivo comune del gruppo. Condivise le idee, il gruppo discute ed eventualmente elabora ulteriormente l’obiettivo, se necessario.

Il facilitatore chiede poi ai partecipanti di contribuire con idee per la seconda colonna “Reality”. I partecipanti possono inserire tutti gli elementi di contesto che ritengono importanti per gestire di seguito il problema nel modo più efficace possibile. 

È ora di passare alla terza colonna: “Options”. Qui, i partecipanti contribuiscono con le loro idee per trovare soluzioni al problema. Una volta raccolte tutte le soluzioni proposte, il facilitatore procede a una votazione, chiarendo che i partecipanti devono scegliere gli elementi solo da questa colonna!

Una volta scelta la soluzione, i partecipanti passano alla quarta e ultima colonna: “What”. Qui si notano le azioni chiave da intraprendere per attuare la soluzione scelta.

3

Sintesi

Alla fine dell’attività, identifica un leader per ogni azione. Annota i componenti del piano d’azione come azioni o decisioni in modo da poterli trovare nel report del meeting e poterli seguirli.

Attività Lavagna
30 a 60 min
2 a 30
Intermedio
Esplorazione
Aagevolare il problem-solving con tecniche ispirate ai metodi di coaching.
Prima di cercare una soluzione al problema, i partecipanti condivideranno il loro punto di vista, elencando i fattori di influenza.